Multa con Speed Check: è nulla se manca il cartello sopra il box.

postato in: Senza categoria | 0

Multa-con-Speed-CheckCon una significativa sentenza del 01.04.2014, il Giudice di Pace di Macerata accoglie il ricorso promosso da un automobilista (difeso dall’avv. Samuela Romoli) contro il verbale emesso dalla Polizia Municipale di Pollenza per la presunta violazione dell’art. 142, comma 8 del Codice della Strada, rilevata a mezzo autovelox collocato all’interno dello speed check sito lungo Rione Pollenza Scalo, con il quale si infliggeva la relativa sanzione pecuniaria, oltre la decurtazione di punti dalla patente di guida del conducente.

Lamentava il ricorrente la mancanza di cartelli informativi e di segnali che informassero gli utenti circa la effettiva presenza dell’autovelox all’interno dello speed check e della sua effettiva operatività, oltre la mancata presenza e/o visibilità degli agenti accertatori.

Il Giudice di Pace, in esito all’istruttoria svolta e all’audizione del Vigile accertatore riteneva le osservazioni del ricorrente meritevoli di accoglimento e annullava il verbale impugnato.

In particolare, il Giudice rilevava che non risultava apposto alcun segnale sopra lo speed check come da Parere del ministero dei trsporti del 30.03.2012 secondo il quale “la visibilità delle postazioni con dispositivi automatici di rilevamento a distanza della velocità può essere garantita con la collocazione su di esse, nel caso di specie sopra il box, di un segnale riportante il simbolo dell’organo di polizia operante conformi ai regolamenti esecutivi del C.d.S.

In sostanza il Giudice di Pace di Macerata precisava che la legge persegue il fine della tutela del traffico ed il suo regolare svolgimento e non certo i fini possono essere ingannevoli e captatori e la pubblica amministrazione deve uniformarsi al principio di trasparenza.

Lascia un commento